sanremo

Sin da bambina, per molti anni, le mie vacanze estive iniziavano subito dopo la chiusura della scuola e finivano con la riapertura della stessa. Tre mesi interi di giochi, divertimento e mare. Il mare era quello ligure, del versante di ponente, e più precisamente il mare di Sanremo. Già, ci passavo tre mesi con tutta la famiglia (anche se il mio papà, poveretto, faceva soltanto i week-ends e in settimana tornava a Milano a lavorare). Dovete sapere, infatti, che la mia mamma ha dei parenti che abitano lì e, così come ci faceva lei le vacanze da bimba, le abbiamo fatte anche io e i miei fratelli. Sanremo è una città bellissima, in una posizione stupenda e con un microclima spettacolare. Ma, a parte la sua bellezza, una cosa che mi è sempre piaciuta, e che mi prendo tutte le volte che ora mi capita di tornarci, è la Sardenara. Una tipica pizza del ponente ligure davvero sfiziosa. Quando mia zia torna dal mare ogni fine estate me ne porta sempre una teglia perchè sa che ne vado matta.

sanremo porto

Since I was a child, for  a lot of years, my summer holidays began after the closing of school and finished at its re-opening. Three full months of plays, fun and sea. The sea was Liguria one and more precisely that of Sanremo. I spent here three months with all my family (even if my father, sadly, came there only for week-ends because he worked during the week). My mother has some parents living there and so, as she did when she was a child, me and my brothers spent our holidays there, in Sanremo. It is a gorgeous city, in a wonderful position, near France, and there is a beatiful climate. But, apart from its beauty, a thing I always loved and I buy every time I go there, is Sardenara. A typical pizza of west Liguria very good! When my aunt comes back home form her holiday, every year, she gives to me an entire tin of Sardenara because she knows I love it!!

sardenara

Così, visto che i meteorologi dicono che la prossima settimana l’estate finirà, oggi ho voluto cimentarmi nel prepare la Sardenara qui a casa, a Milano. Per la pasta, ho voluto provare a prendere un panetto adatto a pizze e focacce già lavorato, fresco, al supermercato. E’ buonissima!!!! Dovete assolutamente provarla:

So, as  meteorologistes say that next week the summer will be finished, today I have tried to cook Sardenara here at home, in Milano. For the dough I have tried to buy one fresh, for pizza and flat breads, at the supermarket. It is so good!! You have to try it:

Ingredienti per la pasta (se la volete fare voi):

  • 400 gr. di farina bianca
  • 25 gr. di lievito di birra
  • 1 bicchiere di acqua tiepida
  • 50 gr. di olio extravergine di oliva
  • 1/2 bicchiere di latte tiepido
  • sale

Ingredienti per il condimento:

  • 1 kg. di pomodori freschi ( oppure 500 gr di pelati)
  • 50 gr. di filetti di acciughe
  • un pugno di olive nere
  • 1 cipolla
  • 1 dozzina di spicchi d’aglio
  • 1 foglia di alloro
  • origano
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • zucchero

Ingredients for dough:

  • 400 gr. of white flour
  • 25 gr. of brewer’s yeast
  • 1 glass of warm water
  • 50 gr. of extra-virgin olive oil
  • 1/2 glass of warm milk
  • salt

Ingredienti for dressing:

  • 1 kg. of fresh tomatoes ( or 500 gr of peeled tomatoes)
  • 50 gr. of anchovies
  • a fistful of black olives
  • 1 onion
  • 12 cloves of garlic
  • 1 bay leaf
  • oregano
  • extra-virgin olive oil
  • salt
  • sugar

pizza sardenara

1 – Disporre la farina a fontana sulla spianatoia, ricavando al centro un cratere. Aggiungere il lievito sciolto in acqua tiepida, l’olio e una presa di sale. Impastare con cura e, se w occorre, amalgamare con qualche cucchiaio di latte. Il risultato dovrà essere una pasta morbida a cui dare la forma di una palla per lasciarla poi lievitare un’oretta, coperta da un panno di lana in luogo caldo.

1- Make a well with the flour. Add the yeast melt in the warm water, the oil and a little bit of salt. Carefully knead and, if necessary, add some spoon of milk. The result must be a soft dough. Make a ball with it and let it rise for an hour, covered with a wool cloth in a warm place.

2- Preparare intanto il sugo facendo soffriggere in una casseruola la cipolla tritata con un po’ d’olio d’oliva. Quando questa è rosolata ma ancora bianca si uniscono i pomodori (senza pelle, strizzati e tritati) il sale, una foglia di alloro e un pizzico di zucchero. Cuocere per una ventina di minuti senza far restringere troppo il sugo. Spegnere e lasciare raffreddare.

2- Meanwhile prepare the sauce. Fry lightly the minced onion in a little bit of oil. When it will be brown but still white, add the tomatoes ( peeled, squeezed and minced), the salt, a bay leaf and a little bit of sugar ( to take off the acid taste of tomatoes). Cook for about twenty minutes without contract too much the sauce. Turn off and let it make cold.

3- Distendere l’impasto lievitato in una teglia rettangolare unta d’olio, versarvi il sugo di pomodoro, disporre con criterio le olive nere, gli spicchi d’aglio, le acciughe a pezzetti, una spolverata di origano e un filo d’olio extravergine d’oliva. Lasciare lievitare ancora per un’altra ora e poi infornare a 200° per 30-40 minuti.

3- Lay the dough in a rectangular pan greased of oil, put on the sauce. Then put on the black olives, the cloves of garlic, the minced anchovies, a wipe of oregano and  a trickle of olive oil. Let it rise for another hour end then cook in the oven at 200°C for about 30-40 minutes.

sardenara2