rivista

Nevica. Ancora. E l’inverno va avanti. Niente di meglio per chi ama fare a maglia e lavorare la lana. Però io non vedo ugualmente l’ora che arrivi la primavera col suo tepore, i fiori, il cielo azzurro… 

Nel frattempo, nelle pause dal lavoro, sto facendo un pull da bambino. La spiegazione l’ho presa da un vecchio giornale degli anni ’80, ma lo sto modificando e personalizzando un po’. Sto usando gli ultimi 200 gr della “Lana d’Irlanda” che avevo preso per fare il maglione a Dario, la mia dolce metà, ancora al mese di settembre ’08. Ne avevo comprata 1 kg e ho fatto davvero un mucchio di cose da quello che mi era rimasto dopo la confezione del pull.

Questo è il dietro del maglioncino. Mi piace molto la lavorazione centrale a grana di riso doppia e i rullini centrali che spezzano un po’.

baby pull back

Così, mentre aspetto che la neve passi, tra un caffè con la panna e due coccole alla mia micia Patatina, sferruzzo, progetto, mi entusiasmo…

***

It snows. Again. And winter goes on. Nothing better for those who love knitting. But, in the same way, I look forward for springtime, with the warm sun, the light blue sky and the flowers in bloom.

In the meanwhile, when I am not at work, I am knitting a baby pull. I have found the pattern on an old magazine from ’80es. I am changing and customizing it a little. I am knitting the last 200 grams of “Lana d’Irlanda”, the one I bought in september to do Dario’s sweater. I bought 1 kg of it and I have done a lot things with it after my boyfriend’s pull.

pattern

In the pic you can see the back of the pull: I love the pattern with a double moss stich and the little rolls in the middle of it.

So, while I wait for the snow to pass by, between a coffee with whipped cream and a cuddle to my cat “Patatina”, I knit, I plan, I am full of enthusiasm…

micia, Patatina